IMPIANTI FOTOVOLTAICI

Perché installare il fotovoltaico nel 2019

 

Gli impianti solari fotovoltaici hanno visto la loro popolarità calare bruscamente (così come i prezzi) a causa della fine degli incentivi del Conto Energia.

Installare un impianto fotovoltaico senza questi grandi ammortamenti conviene veramente o è solo l'interesse dell'installatore o del rivenditore di turno?



La risposta è nelle nostre abitudini

 

Dovete sapere che oggi anche senza dei grossi incentivi è possibile trarre dei risparmi da questa fonte di energia, ma come?

 

Il cuore degli impianti fotovoltaici ovvero i pannelli solari sono sempre stati dei prodotti con una lunghissima durata di vita e di garanzia, dovete sapere che un pannello fotovoltaico dalla vita media di 25 anni è in grado, se sfruttato opportunamente, di far ripagare un impianto domestico (figuriamoci uno industriale) in un periodo medio di 6-8 anni.

 



Perché parlare di abitudini e di "sfruttamento" dell'impianto

 

Ciò che tutti dovremmo capire è che per risparmiare il più possibile è consigliabile consumare tutta l'energia che produciamo poiché l'energia che non consumiamo la vendiamo, e ciò vendiamo ci viene pagata meno di quanto la paghiamo.

Sarebbe quindi utile abituarsi a sfruttare i servizi con maggior consumo elettrico come lavastoviglie, lavatrici e forni a induzione negli orari più assolati.



Riscaldare con l'elettrico, l'importanza della Pompa di Calore...

 

Nelle nuove abitazioni costruite secondo rigidi criteri d'isolamento si può iniziare già oggi ad osservare una grandissima rivoluzione che un domani sarà lo standard per il riscaldamento di qualsiasi abitazione senza alcuna immissione di residui nell'ambiente.

Parliamo della Pompa di calore, infatti nelle case di nuova costruzione è sempre più consigliabile abbinare un impianto fotovoltaico da 4,5 kWp - 6 kWp (16 o 22 pannelli) ad una pompa di calore che grazie a rendimenti sempre più elevati (ad oggi una pompa di calore può "trasformare" un Chilowatt elettrico in circa 4,5 Chilowatt termici in condizioni standard*.

Con pochi Chilowatt elettrici è ormai possibile riscaldare un'abitazione media di 120-150 metri quadrati.

Per rendere questo discorso attuale l'isolamento della casa e del soffitto sono fondamentali.

La proposta di pompe di calore spazia ormai da pompe di calore aria - acqua operative fino a -20°C a pompe di calore acqua - acqua in grado di soddisfare il servizio di riscaldamento ma anche di raffreddamento con un'efficienza costante per tutto l'arco dell'anno.

 

*Più informazioni nelle schede tecniche e nei certificati delle macchine.


...e l'utilità dell'accumulo termico

 

È importantissimo essere a conoscenza dell'autonomia all'impianto di riscaldamento che può dare un serbatoio di accumulo termico dimensionato a dovere.

Questo discorso è valido sia per le case di vecchia costruzione sia per le case di nuova costruzione alimentate da pompa di calore e fotovoltaico, proprio in questo ambiente un serbatoio di varie centinaia di litri o addirittura migliaia può fare la differenza riducendo anche drasticamente il numero di accensioni del nostro generatore, diminuendo i consumi e quindi l'impatto sull'ambiente, comportando minor stress per la macchina ma anche per il nostro portafoglio.